sotterraneidiroma.it
Sindone presente già in epoca bizantina: trovate tracce di monete
Città del Vaticano – Il misterioso telo di lino che la tradizione vuole abbia avvolto il corpo di Cristo, la reliquia più preziosa della cristianità, torna a fare parlare di sé. Stavolta sulla Sindone sono state rintracciate tracce di monete bizantine e questo proverebbe che la reliquia è di età inferiore a quella stabilita nel 1988 mediante i test internazionali effettuati in tre laboratori su indicazione del Vaticano e dell'allora cardinale Ballestrero, arcivescovo di Torino, la città dei Savoia a cui è affidata la conservazione nel duomo. I risultati dei test affermarono chela datazione del lenzuolo risaliva a una data compresa tra il 1260 e il 1390, un periodo compatibile con le prime testimonianze storiche certe dell'esistenza della Sindone.