nandocan.it
Turisticizzazione? No, grazie |
***di Massimo Marnetto, 7 maggio 2018 - "Turistificazione": lo chiama così il turismo infestante, la rete delle "Città per chi le abita" (Ciutat per a qui l'habita), nata a Barcellona, ma ben presto propagatasi in tutta la Spagna - a cui hanno già aderito alcuni comitati di Venezia - con l'obiettivo di coinvolgere tutte destinazioni dell'Europa del sud. Il "Manifesto" - a parte alcuni accenti radicali - coglie bene la sofferenza che il business del turismo consumistico infligge alle città più visitate, fino a stravolgerne l'identità delle parti più pregiate, espellendo i residenti per sostituirli con strutture recettive e rimpiazzando negozi di prossimità con quelli che offrono paccottiglia da souvenir. Il processo è irrefrenabile per la disparità di forze dei contendenti. Da una parte gli abitanti, che vedono gli alloggi centrali schizzati a quotazioni irraggiungibili se non per pochi; dall'altra, un turismo "urbanofago" che divora tutto, buttando sul tavolo capitali notevoli. In