nandocan.it
Sulla licenza di sparare di notte |
Roma, 5 maggio 2017 - "Meno male che c'è il Senato", ha commentato ironicamente stamani il Presidente Grasso dopo aver letto sui giornali che il segretario del Pd Matteo Renzi aveva definito un "pasticcio" la legge sulla legittima difesa che il suo partito aveva poche ore prima approvato in Parlamento. Una legge che secondo il ministro della Giustizia del "suo" governo, Andrea Orlando, non andava neppure proposta perché non ce n'era bisogno. Mentre il riconfermato leader del Pd sostiene che "va incontro alle esigenze dei cittadini" e ha solo bisogno di essere cambiata. Come ovviamente prevedibile, Matteo Salvini ne ha subito approfittato per esibire un po' di sarcasmo: "come fa il Pd ad approvare una legge il giovedì e il venerdì dire che va cambiata?", concludendo comme d'habitude che la maggioranza è allo sbando e bisognerebbe solo andare a votare al più presto. Musica per gli orecchi di Renzi ma non per l'alleato di governo, i centristi di Alfano che, preoccupatissimo,