nandocan.it
Stati Uniti, dopo il rapporto del Senato sulle torture della Cia deve muoversi la giustizia |
Ringrazio il portavoce di A.I. per il commento a questo ennesimo documento di ipocrisia internazionale. A leggerlo, verrebbe da concludere che il mondo è ancora diviso tra Stati che torturano e invadono sventolando la bandiera dei diritti umani e Stati che lo fanno senza aggiungere spiegazioni o addirittura infischiandosene. Che cosa è peggio? Ma è certo che più crescono e si diffondono associazioni come Amnesty International, più aumentano le probabilità che gli uni e gli altri debbano pagarne un prezzo (nandocan). ***di Riccardo Noury, 11 dicembre 2014* - L'estratto del rapporto del Senato Usa riguardante i metodi di tortura usati nell'ambito del programma segreto di detenzioni e interrogatori da parte della Cia, pur costituendo meno del 10 per cento della documentazione complessiva, contiene informazioni terribili sulle violazioni dei diritti umani perpetrate dagli Usa nella "guerra al terrore" decretata dal presidente George W. Bush dopo i crimini contro l'umanità commessi l'11