nandocan.it
Sala su, De Luca giù, spending senza review |
Evvai con l'expo. Trasformare la realtà in mito, ecco un'arte che Matteo Renzi ha in comune con Berlusconi. L'idea di trasformare Expo in un polo della ricerca (come lo si vedrà) serve allo scopo. E che ne dite di trasformare il mago-manager dell'expo nel nuovo sindaco di Milano? Giuseppe Sala, detto Beppe, bocconiano, milanese che più milanese non si può. A Palazzo Marino c'è già stato, direttore generale nominato da Letizia Moratti, gradito alla destra ma anche alla sinistra di Pisapia, che lo ha confermato come manager dell'Expo, il che non significa che lo sosterrebbe anche come suo successore. A Renzi "piace moltissimo" e si capisce bene perché. E' la figura ideale per incarnare a Milano il partito della nazione, quel che serve per un'amministrazione del "fare" senza "pregiudizi" o "ideologie" per la testa. Tanto alla politica ci pensa Matteo, decidendo di volta in volta secondo le convenienze. E se la spending review di Perotti non convince, avanti un altro (nandocan). ***di