nandocan.it
Roidi: un Giurì per la correttezza dell'informazione |
Vittorio Roidi, l' autore dell'articolo che segue apparso oggi su articolo21, ha trascurato per modestia di dire che quando, più di vent'anni fa, FNSI e Ordine dei giornalisti introdussero l'istituto del Giurì nella Carta dei Doveri, era lui alla presidenza della Federazione mentre a quella del Consiglio nazionale dell'Ordine era il cattolico democratico Gianni Faustini. Una convergenza piuttosto rara di personalità, ma soprattutto di maggioranze consiliari quanto a consapevolezza dell'importanza della deontologia per guadagnare rispetto e stima da parte dei cittadini. Va precisato anche che quel giurì, riproposto poi in diverse forme e denominazioni da varie proposte di legge, avrebbe dovuto essere istituito presso ogni corte di appello e composto da cinque membri, in carica per cinque anni, due dei quali nominati dall'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, due dal consiglio competente dell'Ordine dei giornalisti e uno, con funzioni di presidente, nominato tra i magistrati