nandocan.it
Riforme e comitati d'affare. Sui giornali del 10 gennaio |
Scrive Mineo che "in politica conta quello che proponi e che fai, non quel che dici di essere". Giusto, ma come negare il valore della coerenza quando la politica è personalizzata al punto che il modo di fare e di comunicare, perfino l'aspetto esteriore contano nel giudizio degli elettori più di quanto pesa la loro azione politica e un'esperienza e una competenza che per lo più ignorano? Quando quello che proponi e che fai come singolo pesa assai meno di quello che non tu ma i media dicono che sei? Vince chi è più capace di vendere se stesso e di farsi vendere. Se in questo c'è qualcosa di sbagliato, e probabilmente c'è, prima dei Cinque Stelle come di ogni altra formazione politica, a correggerci dovremmo essere noi giornalisti. (nandocan). ***di Corradino Mineo, 10 gennaio 2015 - "Renzi a ottobre il referendum: M5Stelle nel caos". In un titolo, Repubblica riassume l'esternazione del premier e ne fa suo il messaggio: da un lato l'Italia delle riforme e della ripresa, dall'altro