nandocan.it
Perché il premier non rottama De Luca e Crocetta. Sui giornali del 12 novembre |
Mentre il governatore della Campania, con toni e accenti degni della straordinaria imitazione di Crozza, si proclama ancora una volta "parte lesa", il coro dei commentatori dei principali quotidiani - commenta Mineo - da Folli, a Franco, a Geremicca, "parla di assedio a Renzi per la vicenda De Luca". In questa come in tante altre occasioni, le ragioni dell'etica sono volentieri sacrificate al superiore interesse della stabilità del sistema (in vigore). Per salvare il PD dal "collasso", perfino Lucia Annunziata invoca "il barbaro Renzi" perché la smetta con "la tattica del rammendo", "parli chiaro", "si assuma tutta la responsabilità che gli è stata conferita come Premier e segretario del Pd, porti avanti il suo rinnovamento, anche a costo di altre rotture" (nandocan). ***di Corradino Mineo, 12 novembre 2015 - La giudice al telefono: Finito, è fatta. "E il marito informò la squadra del governatore". Così il Corriere racconta la telefonata del ricatto. Il silenzio sembra accusare De