nandocan.it
Pensioni:parole in libertà. I Tg di mercoledì 20 aprile |
Sarà perché, come scrive Baldazzi, il pubblico televisivo è sempre più attempato, fatto sta che da settimane nei talk show, dove le parole in libertà si sprecano, non si parla d'altro. E che i nati negli anni ottanta riceveranno una magra pensione, lo dica o non lo dica Boeri, è già un'amara certezza per tutti, a cominciare dai giovani, i quali oggi vi dicono: intanto dateci un lavoro e uno stipendio decente, per la pensione vedremo, ma se la togliete a genitori e nonni non avremo già ora di che campare. Quanto alle dichiarazioni di Susanna Camusso, l'osservatorio tg ci lascia nel dubbio: non è stata chiara lei o i tg non le hanno saputo spiegare bene? Comunque il dato più significativo è che "lo sciopero unitario dopo 7 anni dei metalmeccanici italiani per il rinnovo del contratto" fosse nei titoli solo per il tg3. Buona lettura (nandocan). ***di Alberto Baldazzi – Mentre tutto è fermo e, concretamente, non sta accadendo nulla, il tema pensioni anima la comunicazione di un Paese che