nandocan.it
Papa Francesco nell'Inferno del Messico |
Roma, 12 febbraio 2016 - L'inferno del narcotraffico, quello realisticamente descritto nelle fiction terrificanti di "Narcos", diffuse da Netflix in tutto il mondo, o meglio ancora narrato nelle pagine di "ZeroZeroZero", il libro inchiesta di Roberto Saviano sulle bande della cocaina. Sarà questo il Messico che accoglierà tra poche ore Papa Francesco, subito dopo lo storico incontro nell'isola di Cuba col patriarca di Mosca. Altro che folklore, cerimonie ufficiali e pittoreschi bagni di folla.Il Papa ha scelto di evitare le diocesi più grandi per sostare invece fra le popolazioni offese dalla povertà e dalla violenza più crudeli. Domenica prossima sarà a Ecatepec, al centro di una regione dove da anni si scontrano sei diversi cartelli della droga. Lunedì nella regione meridionale del Chiapas, una delle zone più povere dell'America Latina, dove le missioni evangeliche pentecostali, ma anche qualche comunità di born again del fondamentalismo protestante, sembrano avere più seguito della