nandocan.it
Osservatorio tg. Un Paese bloggato |
Capisco come possano esasperare gli animi democratici l'aggressività intollerante e la chiusura ostinata di Beppe Grillo ad ogni dialogo istituzionale. Capisco meno che qualcuno, come Daniele Cerrato su articolo 21, non sopporti neppure chi insiste a sperare in un mutamento di rotta da parte del movimento 5 stelle, come se fosse colpa sua se questo rappresenta comunque almeno un quarto dell'elettorato. Finchè è vietato votare, in quale altra direzione bisognerebbe guardare per cambiare radicalmente una politica e una maggioranza che ci stanno giorno dopo giorno accompagnando al disastro? Forse possiamo sperare di rimuovere il conflitto di interessi e la quasi dittatura mediatica di Berlusconi con il consenso dei suoi? O di "sbloggare" il paese con chi, prima ancora di trovare l'aiuto involontario di Grillo, ha provveduto a bloccarlo? Chi invece intendesse riferirsi all'ossessione mediatica per parole e gesti di questo o quel leader politico e alla relativa disattenzione per i