nandocan.it
Oggi on line, ma domani Unità |
Auguri all'Unità, oggi tornata online, anche da parte mia. Perché sia l'anticipo della "resurrezione completa del giornale", come chiede Vincenzo Vita nell'articolo che segue, il problema è sempre lo stesso, quello di un'area (di sinistra?) che trovi finalmente una sua identità perché un giornale "di area" possa riconoscersi in essa e viceversa. Il quotidiano fondato da Gramsci non può dipendere dagli sponsors. O è realmente un giornale popolare, come è riuscito ad esserlo Il Fatto, o è meglio che cambi nome (nandocan). ***di Vincenzo Vita, 29 agosto 2014 - L'Unità torna, almeno nell'edicola virtuale. A Pietro Spataro e alla redazione i migliori auguri. Che sia un primo passo verso una nuova vita di un gioiello dell'editoria italiana. E sì, stiamo parlando di un oggetto-soggetto prezioso, perché ha reso più grande la carta stampata nel paese dominato dalla televisione. Antonio Gramsci, studiato in molte scuole e università (meno che in Italia) immaginò lo strumento di coesione