nandocan.it
Non uccidiamo Lea per la seconda volta |
di Norma Ferrara, 19 ottobre 2013* - A Milano sono arrivati in tantissimi da tutta Italia per dare l'ultimo saluto a Lea Garofalo, la giovane testimone di giustizia, uccisa nel novembre del 2009 a soli 35 anni. Ieri l'appello della figlia, Denise Cosco, che vive sotto scorta e che in tribunale ha dovuto deporre contro il padre, Carlo Cosco e altri familiari responsabili del rapimento, della tortura e dell'uccisione della madre. "Venite ai funerali di mia madre" – ha chiesto (La diretta video dei funerali su Rainews24). La grande partecipazione che si è registrata in piazza Beccaria a Milano è il risultato di un percorso che da alcuni anni sostiene e incoraggia Denise in questa nuova vita sotto scorta, senza la madre e con una nuova identità. Giovani studenti, associazioni, cittadini non hanno voluto rinunciare a onorare la memoria di Lea, il suo coraggio di dire "no" alla 'ndrangheta e di testimoniare su fatti, circostanze, delitti e traffici illeciti di cui era a conoscenza