nandocan.it
No alla "deforma" costituzionale, SI al referendum contro l'Italicum. Da sabato 9 aprile la raccolta di firme. |
Sabato 9 e domenica 10 aprile, subito dopo l'approvazione finale della legge alla Camera, si aprirà in tutta Italia la raccolta di firme per i due referendum contro la legge elettorale promossi dal Coordinamento per la Democrazia Costituzionale, presieduto da Domenico Gallo e Alfiero Grandi. Il primo quesito si propone di restituire ai cittadini il potere di scegliere i propri rappresentanti, cancellando i capi-lista bloccati e le loro candidature plurime (fino a 10 collegi) ed eliminando il monopolio delle segreterie di partito nella designazione dall'alto della maggioranza dei deputati. Il secondo quesito si propone di assicurare la rappresentanza della maggioranza reale degli elettori, abolendo quel premio di maggioranza che con l'Italicum regala il 54 per cento dei seggi ad un un'unica lista di minoranza anche se quest'ultima avesse ricevuto al primo turno solo il 20 per cento dei consensi. Il via alla raccolta è stato dato ieri dal comitato per il NO alle modifiche costituzionali