nandocan.it
Migranti-Ue, fatto l'inganno trovata la legge |
A casa nostra non li vogliamo, ma siamo noi che siamo andati a casa loro per primi. Con le armi in pugno li abbiamo invasi, derubati delle loro ricchezze, venduti come schiavi, sfruttati con il commercio internazionale e corrotti con le dittature. Dovremmo sentirci in debito con loro, ma per i nostri paesi capitalisti l'unico debito, non soltanto morale, che conservano i discendenti per le colpe dei padri è il debito pubblico accumulato nelle banche (nandocan) ***di Piero Orteca, 30 giugno 2018* - Una volta si diceva "fatta la legge, trovato l'inganno". Oggi, invece, visto l'accordo (si fa per dire) raggiunto a Bruxelles sul problema dei migranti, potremmo tranquillamente capovolgere questo assunto: "Fatto l'inganno, trovata la legge". Quel furbacchione di Macron, quella ipocrita della Merkel e i Paesi "duri e puri" del blocco di Visegrad sono riusciti a far ingoiare all'Italia un documento che vale carta straccia. Una congerie di promesse formali senza basi sostanziali, che