nandocan.it
Mattarella. Una mattina al Politeama. |
Da Giorgio Balzoni, quirinalista del Tg1, qualche ricordo sugli inizi dell'attività politica del nuovo Capo dello stato (nandocan) ***di Giorgio Balzoni, 3 gennaio 2015* - Ho conosciuto l'allora professore universitario Sergio Mattarella nel 1983 quando "Il Popolo",il giornale della Democrazia cristiana del quale ero redattore, mi incaricò di seguire la sua prima campagna elettorale per la Camera dei deputati. Il segretario Ciriaco De Mita era riuscito a convincerlo ad impegnarsi sacrificando la cosa cui teneva di più: l'insegnamento. E' facile oggi dire che per me fu un'esperienza bellissima ma ricordo che sul momento ero piuttosto preoccupato. Mattarella era giustamente considerato l'uomo che avrebbe continuato il lavoro del fratello Piersanti. E le organizzazioni mafiose ne erano ben consce. Rimasi in macchina con lui e con il suo segretario per tre giorni, ci siamo infilati in tutte le piazze e i vicoli di Palermo ma ogni volta che ci fermavamo ad un semaforo rosso e per caso una