nandocan.it
Lo stato delle unioni (civili). I Tg di lunedì 25 gennaio |
***di Alberto Baldazzi – A 3 giorni dall'arrivo del provvedimento al Senato le unioni civili sono titolo per tutte le testate. Mentre la politica annaspa ed è attraversata dalla logica delle divisioni tra "guelfi e ghibellini" – come efficacemente sintetizza Mentana -, si può affermare che l'informazione tv, specchio molto spesso deformato delle sensibilità diffuse nella società, almeno in questo caso è leggermente più avanti degli eletti dal popolo. Lasciando stare Studio Aperto e Tg4, che non fanno altro che tirare la giacchetta ai vescovi che non hanno bisogno di inviti in tal senso, gli altri Tg riprendono le odierne dichiarazioni di Bagnasco senza forzare. Che la Cei sia per la "famiglia naturale" ci sembra infatti un fatto scontato, ma come afferma TgLa7, le leggi le fa il Parlamento italiano. Anche a Cologno Monzese si respira qualche refolo di laicità, con l'intervista alla fondatrice dell'associazione Gay Diversity Francesca Vecchioni che con semplicità parla di affetti