nandocan.it
"L'Italia è una terra dei fuochi". Lo rivela l'Istituto Superiore della Sanità. Ma l'informazione balbetta |
Una terra dei fuochi sì, ma anche dei fuochi artificiali. Perché festeggiare è meglio che deprimere con le cattive notizie, come questa che viene dall'Istituto Superiore di Sanità. Perché è la fiducia della gente che promuove la crescita, non importa che sia immotivata. Non è questa la filosofia dello zerovirgola che ci propone ogni giorno il governo? Andate su Matteo.it e rileggete il suo bilancio di fine anno, al quindicesimo e ultimo punto: "Un anno fa (anche meno) ci accusavano di esserci dimenticati il sud. Adesso si sono dimenticati delle loro critiche di allora. Perchè nessuno ha mai fatto tanto per il Mezzogiorno come questo Governo: credito di imposta, Terra dei fuochi, Bagnoli, Ilva, Salerno Reggio Calabria, Continuità territoriale, Abruzzo post-sisma, Napoli Bari, tavoli di crisi. Si può discutere dei risultati, come sempre. Ma non si può negare che ci sia un impegno inedito per affrontare la questione Mezzogiorno". Un impegno inedito, vi sembra poco? Caro Sandro Ruotolo,