nandocan.it
Libertà e giustizia: È caduta la maschera |
di Elisabetta Rubini, 5 dicembre 2013* - La Corte Costituzionale ha finalmente messo il suo sigillo giuridico su ciò che i cittadini italiani sapevano da anni: che la legge elettorale escogitata dalla destra berlusconian-leghista per sabotare il sistema democratico è contraria ai principi costituzionali e dunque illegittima. Si può dire che è tale strutturalmente, volutamente, in quanto nata per privare gli elettori della possibilità di selezionare i candidati al Parlamento e mettere la loro nomina nelle mani di pochi capipartito. I cittadini italiani avevano già anni fa chiesto un referendum abrogativo di questa legge e LeG era stata in prima fila sin dal 2010 denunciando questa grave anomalia e mobilitandosi per la richiesta di referendum. Referendum inopinatamente dichiarato inammissibile dalla Corte Costituzionale, forse a ciò indotta dalla speranza che intervenisse il Parlamento a sanare la situazione. Come sappiamo, così non è stato: da anni ormai assistevamo ad una "melina"