nandocan.it
Leggi elettorali folli, la politica a processo |
Che la politica non abbia fatto il suo mestiere, che è anzitutto quello di rispettare la Costituzione sulla quale ha giurato, mi pare evidente. La magistratura di garanzia può sbagliare solo se non rispetta la costituzione nel dichiarare la illegittimità di quelle parti della legge che sono state sottoposte al suo esame. Se ciò facendo ne viene fuori un pasticcio immangiabile non dipende da lei. Quanto alle prospettive, se è vero che il risultato elettorale potrebbe essere diverso da quello atteso nei sondaggi, sarebbe da irresponsabili affrettare il voto senza avere provveduto ad una soluzione che nel rispetto dell'impianto costituzionale dia luogo al necessario equilibrio tra rappresentanza e governabilità. Il Presidente Mattarella e la Corte nelle motivazioni della sentenza hanno ora il compito di impedire all'opportunismo delle forze politiche di prevalere sul l'interesse superiore della democrazia e del Paese.(nandocan) ***di Ennio Remondino, 27 gennaio 2017 - Le leggi elettorali