nandocan.it
Le donne brasiliane decidono le elezioni |
Anche il Brasile, alla vigilia elettorale, coinvolto in una crisi politica, economica, istituzionale che con l'Italia investe l'intero occidente (nandocan) ***di Livio Zanotti, 3 ottobre 2018 - E' in condizioni mai viste prima il Brasile che domenica prossima (7 ottobre) va a votare per scegliere il nuovo capo dello stato e rinnovare il Parlamento: polarizzato e con una democrazia a rischio. Il paese più grande dell'America Latina, settima od ottava potenza economica del mondo, si presenta sconquassato da una recessione economica che frattura in verticale, da cima a fondo, il corpo sociale degli oltre 200 milioni di abitanti. E favorisce un'anarchia in cui non solo sguazza la criminalità super-organizzata e la corruzione, ma si allenta anche l'ordine dello stato, delle sue stesse istituzioni. Un personaggio estremo è riuscito a porsi in testa ai sondaggi (31%) e al centro della scena elettorale: Jair Bolsonaro, 63 anni, ex capitano dell'esercito, con tre figli maschi tutti candidati