nandocan.it
Il tramonto dell'impero ottomano |
Forse la Turchia potrà tornare al ruolo che la storia e la geografia le hanno affidato: quello di un ponte necessario e prezioso tra le civiltà e le culture europea ed asiatica, tra occidente ed oriente. Fino ad oggi, anche se Erdogan lo ha sempre negato, la Turchia, con l'Arabia Saudita e paradossalmente Israele, è indicata dalla gran parte degli osservatori tra i sostenitori dello Stato islamico. E comunque l'ambizione del "sultanato", se non quella del "califfato", gli viene accreditata dalla stampa internazionale. Prima delle elezioni che fortunatamente non gli hanno dato la maggioranza assoluta per soddisfarla, trenta personalità turche, fra cui il premio Nobel per la letteratura Orhan Pamuk, avevano firmato un editoriale dal titolo "Siamo con voi" sul quotidiano Cumhuriyet per sostenere il giornale e il suo direttore da giorni nel mirino degli strali del presidente. Rei questi ultimi di aver pubblicato immagini di camion dell'intelligence turca (Mit) che trasportavano armi