nandocan.it
Il ragionamento del "voti come…" è da sciocchi |
Ecco una semplice spiegazione che difficilmente troverete in un telegiornale. Forse perché l'alterco è più appassionante dell'ovvio (nandocan) ***di Alessandro Gilioli (da Alganews), 11 maggio 2016 - L'argomentazione del "voti come…" (CasaPound, Brunetta, Grillo, Ferrero o chi vi pare) è sciocca in sé, è ovvio. Proprio come argomentazione logica, dico: dato che tra persone ragionanti le questioni si discutono nel merito, nei contenuti. Ma il bug del "voti come…" è anche frutto del breve bipolarismo italiano, quello di centrodestra versus centrosinistra. Quando c'era Berlusconi che votava una cosa e il centrosinistra l'opposto (più o meno): quindi i campi erano abbastanza chiari. Se votavi come l'avversario, non era un buon segno, data l'esistenza di soli due campi opposti. Se invece, come oggi, c'è una cosa che per brevità viene chiamata "partito della nazione", cioè una maggioranza che polarizza i suoi consensi al centro tagliando le cosiddette "ali estreme", è ovvio che le "ali"