nandocan.it
I professionisti dell'antimafia. I Tg di mercoledì 4 maggio |
Quando la lessi sul Corriere della Sera subito dopo che era stata scritta, quella frase di Leonardo Sciascia non mi convinse affatto. Eravamo all'inizio del 1987 e si attendeva la sentenza del maxiprocesso a Cosa nostra. Prendendo spunto da un libro sul processo Mori intitolato "La mafia contro il fascismo", lo scrittore siciliano se la prendeva, sia pure indirettamente, con il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ed esplicitamente con il nuovo procuratore di Palermo Paolo Borsellino, che sarebbe stato secondo lui promosso senza meriti adeguati. Non mi convinceva perché prevedevo, come infatti avvenne, che quel titolo del Corriere e quelle considerazioni, al di là delle intenzioni di Sciascia, sarebbero state strumentalizzate per attaccare la magistratura proprio nel momento in cui si iniziava a reagire efficacemente al dominio di Cosa nostra. Non saranno quindi le indagini su Pino Maniaci a convincermi del contrario. Come quelle sul sindaco di Lodi Uggetti, proveranno eventualmente le