nandocan.it
I falsi nemici della povertà |
***di Livio Zanotti, 19 febbraio 2019 - Un confronto ad alto rischio deciderà il prossimo 23 febbraio l'immediato destino del popolo venezuelano. Per quella data ormai vicinissima, il fronte delle opposizioni e il suo leader Juan Guaidó, autoproclamatosi capo provvisorio dello stato con l'attivo sostegno degli Stati Uniti, il riconoscimento della maggioranza dei paesi latinoamericani e dell'Unione Europea, hanno annunciato che procederanno alla distribuzione delle decine di tonnellate di alimenti e medicinali immagazzinati i vari punti della frontiera e soprattutto a Cúcuta, in Colombia. Dalla parte opposta, il Presidente Maduro e i comandi delle forze armate, che sembrano restargli fedeli, non si stancano di ripetere che lo impediranno. La situazione è certamente penosa e potrebbe diventare drammatica. Milioni di venezuelani, i più colpiti dalla crisi economica in primo luogo, presi in ostaggio di una disputa giuridicamente complessa e di fatto strumentale rispetto alle loro reali