nandocan.it
I buchi neri della democrazia. Comunicato stampa di LeG |
5 dicembre 2015 - Le carceri italiane sono buchi neri de-costituzionalizzati. Lo ammette un pubblico ufficiale registrato in segreto da un detenuto, dicendo che "nel carcere la Costituzione non c'entra niente". La stessa conclusione a cui si era giunti in altre situazione di sospensione dei diritti, dovuti al semplice sovraffollamento fino alle torture ricostruite dal giudice Roberto Settembre, consumate nella caserma di Bolzaneto, trasformata in carcere durante gli scontri di Genova. Di questi "buchi neri" della Costituzione è crivellata l'Italia. Sono negli ospedali congestionati dove si dovrebbe tutelare la salute; nelle scuole fatiscenti dove si dovrebbe garantire l'istruzione; nello svilimento del lavoro esposto al licenziamento senza giusta causa; nella tolleranza all'evasione fiscale, che viola il dovere inderogabile alla solidarietà e in tanti ambiti ancora. Libertà e Giustizia di Roma richiama con allarme le forze civili e politiche, affinché si dia piena attuazione