nandocan.it
#giornatadellamemoria. "La Shoah fu un delitto italiano". Intervista a Furio Colombo |
Secondo un sondaggio della fondazione Bertelsmann, ripreso oggi dalla Repubblica, 58 tedeschi su 100 non vorrebbero sentir più parlare della Shoah. Mentre secondo Furio colombo con l'istituzione della "Giornata della Memoria" sono aumentate in Italia "la coscienza e la consapevolezza di tutti". Di più, si sarebbe finalmente capito "che la shoah fu un delitto italiano" perché le nostre leggi razziali, "peggiori di quelle di Hitler", furono votate in parlamento all'unanimità e "firmate dall'unico re in Europa che così ha agito contro i suoi cittadini". Spero davvero che sia così. Anche se l'impressione continua ad essere quella di un distacco crescente dagli insegnamenti del passato come dalla progettazione del futuro, in un frenetico presente che lascia sempre meno spazio sia alla memoria, sia all'immaginazione (nandocan). ***di Margherita Reguitti, 27 gennaio 2015* - Sono passati 15 anni dalla votazione della legge italiana che su proposta del senatore Furio Colombo, istituì il 27