nandocan.it
Concorso di colpa |
***di Massimo Marnetto, 29 maggio 2018 - Clamoroso concorso di colpa: nella vicenda della fine del tentativo di un Governo grillo-leghista, hanno sbagliato tutti. Savona, che ha chiarito tardivamente che le sue critiche al modello europeo non erano un progetto di Italexit. Di Maio e Salvini, che hanno rifiutato di sostituirlo con Giorgetti, per dare una manifestazione di forza al proprio elettorato con la sottomissione del Presidente della Repubblica al proprio volere. Mattarella, che ha invocato i mercati - con un'incostituzionale cessione di sovranità - derubricandosi da garante dell'unità del Paese, a tutore del risparmio. Composto il mosaico delle responsabilità, quella più rilevante va attribuita alle forze politiche coinvolte, che - dietro alla rigidità manifestata - hanno lasciato intendere di volere più nuove elezioni, che un nuovo Governo. Altrimenti, avrebbero accettato la sostituzione di Savona con Giorgetti, ben più euro-critico del primo. E ora? Non c'è dubbio che le