nandocan.it
Ci vogliono far tacere? Noi non stiamo zitte |
Non c'è soltanto Milena Gabanelli a battersi coraggiosamente con "Report" per il diritto dei cittadini di essere informati anche sui retrobottega del potere, ma molte altre giornaliste che in questi giorni provano con un appello a insistere per quella improrogabile normativa sulle "querele temerarie" che non ha ancora superato le resistenze opposte da una parte del parlamento. "Sottoscrivo volentieri - ha motivato ieri la Gabanelli la sua adesione - anche perché ho iniziato a fare questa campagna sul rafforzamento dell'art 96 del codice di procedura civile anni fa. Solo di fronte al rischio di una sanzione esemplare, la causa verrà intrapresa da chi ha seri motivi per chiedere danni, e non – come avviene oggi – a prescindere. Con l'effetto di intimorire il giornalista e creare inaffrontabili difficoltà agli editori". (nandocan) ***di Marilù Mastrogiovanni, 11 marzo 2016 - Le storie delle giornaliste minacciate si assomigliano tutte. C'è una violenza di genere dedicata solo a noi.