nandocan.it
Casamonica: Federica Angeli, "non avrei mai dato loro voce se non con un contraddittorio forte" |
"Se continuiamo a ritenere più importante l'audience, lo share, gli ascolti piuttosto che una battaglia contro la criminalità organizzata...." Possibile che siamo ancora a questo punto? Che la qualità del servizio pubblico debba ancora cedere il passo al calcolo quantitativo di una qualsiasi impresa commerciale? Ebbene sì, cara, bravissima Federica, siamo ancora a questo punto. Contano i numeri, conta - scusate il bisticcio - soltanto quello che si può contare. Senza una vera rivoluzione culturale, che è ancora molto al di là da venire soprattutto se la scuola e i media non daranno una mano, ogni altra scala di valori impallidisce e sfuma nel vago, nell'opinabile. E tutto ciò che è opinabile non "fa risultato", non dà profitti né merito, non "fa curriculum". A meno che non sia capace di farsi contare suscitando un'esplosione virale di sentimenti o di curiosità più o meno morbose. Nel bene e nel male, le conseguenze sono imprevedibili. E se la reazione emotiva a una foto scuote ancora