nandocan.it
Brexit, contraddizioni bilaterali |
Da questo articolo, apparso ieri sul sito dell'Istituto Affari internazionali, mi pare di poter dedurre che nel dibattito sul Brexit lo scontro tra gli inglesi alla vigilia del referendum non sia tanto sulla partecipazione o meno al processo di integrazione europea, quanto sul modo migliore per continuare ad impedirlo, frenandolo come hanno fatto finora dall'interno o boicottandolo dall'esterno. In modo che l'economia europea continui ad essere eterodiretta dalle grandi multinazionali della finanza e dai capricci del mercato globale. Se a Londra riuscissero a staccare ogni tanto lo sguardo dagli indici di borsa si accorgerebbero che il neoliberismo inaugurato dalla Thatcher, appena addolcito da Blair e coltivato poi dai suoi successori fino allo scoppio della crisi e delle sue attuali conseguenze, ha fatto esplodere dovunque le diseguaglianze, mettendo tutti nei guai, noi come loro (nandocan). ***di David Elwood, 6 giugno 2016* - Non è più un dibattito politico: lo scontro tra le due