nandocan.it
Attentato a Parigi: come spiegare ai bambini che si può costruire un futuro diverso |
Un compito delicato e impegnativo per genitori e maestri. Come se non bastasse la difficoltà di bilanciare con autorevolezza e buon senso gli stimoli quotidiani all'aggressività che provengono dai video games e dal manicheismo violento di film e racconti di fantasia che imperversano nel mercato dei prodotti per l'infanzia (nandocan) ***di Chiara Farigu, 16 novembre 2015* - Siamo frastornati, impauriti e confusi per quanto è successo a Parigi venerdi notte. Non riusciamo a comprendere il perché di tanto odio, di tanta barbarie. Le notizie che ci giungono sono tante, troppe. Giornalisti, politici, economisti, sociologi, teologi, opinionisti e chi più ne ha più ne metta, da giorni si affannano ad analizzare, spiegare ma soprattutto a snocciolare la loro interpretazione dei fatti propinandoci contraddittorie ricette su come sarebbe giusto agire e/o reagire. Aumentando, come se non bastasse già, confusione alla confusione. E paura che presto potrebbe accadere anche a noi.