nandocan.it
Arrangiatevi |
***di Massimo Marnetto, 5 luglio 2017 - L'Italia come la Turchia, contenitore dei flussi con frontiere sigillate a nord, per preservare l'Europa. E' questa la linea che si profila nell'Unione dopo le pacche sulle spalle e gli attestati di eroismo conferiti a piene mani. Poi, però, quando si parla di solidarietà, il discorso cambia e ognuno pensa ai suoi elettori, che non ne vogliono sapere di ospitare altri profughi. Altrimenti votano a destra. Il piano ormai è evidente. Chiudere i confini e lasciare che l'Italia si arrangi. Sì, perché chi arriva in acqua rischia di morire e va salvato, mentre chi si presenta ad una frontiera terrestre può essere respinto, senza pericolo di morte. Nel primo caso il respingimento in mare è omissione di soccorso - un crimine; nel secondo, il respingimento terrestre è facoltà non sanzionata. Il cinismo di questo atteggiamento è sconcertante. Ma non si può chiedere alla UE che vigila solo sulla concorrenza, di ragionare anche sulla sofferenza. Ci