nandocan.it
Anche Critica Liberale per un nuovo ulivo, con molti "se" e molti "ma" |
Sarò anch'io, con molti "se" e molti "ma", all'appuntamento convocato da Giuliano Pisapia per domani pomeriggio nella piazza romana dei "Santi Apostoli". Dove aveva sede l'Ulivo fino a qualche anno fa. I miei "se" e "ma" sono un po' diversi da quelli indicati oggi da Critica Liberale in una lettera aperta a "Insieme", come dovrebbe chiamarsi il nuovo soggetto politico. E ritengo che anche le utopie possano servire ad avere un orizzonte, a indicare una direzione. Ma sono anch'io per "un nuovo Ulivo da non chiamare "Ulivo", come precisa nel titolo la fondazione (fcl), giustamente severa nel marcare la distanza dall'involuzione che il centrosinistra ha subito nel Partito democratico. Dunque non un centro - sinistra con o senza trattino "anche perché - come ha ironizzato oggi Pippo Civati nel dare quell'appuntamento agli iscritti di "Possibile" (tra i quali da qualche giorno anch'io) - quel trattino è diventato, nel corso degli anni, un "meno". E una volta chiarita l'autonomia e la