nandocan.it
A chi sta con Renzi per paura di Grillo |
Roma, 21 novembre 2016 - Elogio della mediazione. Con un editoriale così titolato, Ilvo Diamanti ci spiega sulla Repubblica quale può essere la vera chiave di lettura del referendum del 4 dicembre. Con una pasticciata riforma della Costituzione, una brusca accelerazione verso quel presidenzialismo di fatto che è da anni (forse da sempre) nelle aspettative delle grandi concentrazioni di potere economico e finanziario. "Di fronte il Capo e il popolo sovrano - scrive Diamanti - ...Verso una democrazia immediata, più-che-diretta, che rimpiazza ogni mediazione rappresentativa con i media". E infatti: "Addio investimenti se fermiamo la riforma", minaccia ancora la Confindustria facendo eco al "Financial Times" ("Il 5 dicembre l'Europa potrebbe svegliarsi con l'immediata minaccia della disintegrazione"). Bisogna capirli, a loro la democrazia rappresentativa interessa poco. Interessano, invece, processi decisionali rapidi e prevedibili. E chi meglio di "un uomo solo al comando", meglio se