laltroveappuntidipoesia.com
Appunti di poesia: Alessandro Ceni | L'Altrove - L'Altrove - Appunti di poesia
CACCIATORI SULLA NEVE Io vorrei saper dire amoreamore amore amorecome fanno i dementied essere infelice infeliceper il troppo bene,un solvente, che spezza la catena delle viteper darci la definitiva morte,simile a Dio in questo, oal cuore;o voi del mondo invisibilespiriti verdi e soli,carbonchi,che assaggiate i fiocchi di neveal volo e osservate come il ghiacciopattina i bambini i loro guanti,col peso d’un passero, lesue ipsilon sul bianco, comeli fonda sulla petrosa nevedopo l’uscita dal bosco pieno di culle,come noi pensando fuoco fuoco,ansanti perché la neve,eppure nudi e senza freddocon dita luminose esulle labbra non il vapore,lo spazio e il tempo: non date voce,come il giocatore in panchinalo sguardo agli altriteso a capire, come un signoremorto agli antipodi, dietro,che fa così con le braccia,a rallentatore cammina o in un morso d’affetto,o voi che non siete piùper essere nel mondo strano indispensabilicespugli di morelepri soprannaturaliper invitarmi alla caccia,catturarmi e, ora, appesoriconoscervi amici,miei simili, per un gesto antico:giunti al riparo toccaronoi calici in un brindisi;spesso è il profilo dei montispesso il particolare d’una fogliache v’inquieta e parlottate,non dicesi non est…allora camminateeschimesifiocinatori spaziali senza amata:«era del dolore che nelle carte geograficheè del mare che profila la costa,di quello convenuto per i deserti,e quello attribuito alle depressionidove a crosta per le rughe dei fiumi è più fertile,erano torrenti su di lei e piste e v’incombeva un cielo»:sulla discesa i cani sono rossied anche voi scomparsi. da I fiumi (1990) La foto al poeta è stata scattata da Dino Ignani.