giuliocavalli.net
C’è altro, rispetto all’arbitro donna offesa in diretta
«Si torna così alla selezione delle donne che parte dall’alto, alla scelta di collaboratrici che assicurano obbedienza, e si rinuncia a ogni possibilità di aprire un vero dialogo, libero e coraggio…