giuliocavalli.net
«Lascia senza respiro, persiste nell’anima e trapassa il cuore»: Gabriele Ottaviani recensisce “Carnaio”
di Gabriele Ottaviani Tanto questi li hanno contati a spanne, non fatevi vedere e buttateli via. Il primo l’ha trovato Giò impigliato fra gli scogli bassi all’attaccatura del pontile il quindici di…