giuliocavalli.net
Oggi non si invidia più ma si disprezza.
Viviamo nell’età del disprezzo? «Siamo passati dall’ammirazione per il potere all’invidia e alla conseguente frustrazione. Oggi non si invidia più ma si disprezza. La società si è divisa tra …