geekgamer.it
Il creatore di Xenoblade vorrebbe tornare a realizzare J-RPG classici - GeekGamer
Nella mia recensione di Xenoblade Chronicles X ho parlato di come il titolo pecchi di una sceneggiatura fallimentare sotto praticamente tutti i fronti, oltretutto appesantendo la situazione con dialoghi insipidi e inutilmente tirati per le lunghe. Pare, tuttavia, che il creatore della Xeno-serie, Tetsuya Takahashi, voglia tornare a realizzare videogiochi in cui la trama abbia un peso e un qualità superiori a quelli di mero filo conduttore fra missioni di raccolta oggetti e uccisione mostri. O almeno questo è ciò che emerge dall’intervista rilasciata da GameReactor in cui il designer giapponese ha confessato di aver volutamente calcato la mano su aspetti completamenti differenti rispetto al passato e di essere tanto interessato a conoscere l’opinione dei giocatori occidentali sulla sua ultima opera, ma che in futuro vorrebbe poter tornare a realizzare un titolo maggiormente focalizzato sulla narrazione, come nei classici J-RPG. Il problema, secondo chi scrive, è che quando parla con nostalgia di videogioco “story driven” lo fa riferendosi a Xenoblade Chronicles, forse uno dei punti più bassi della sua carriera sotto il profilo prettamente narrativo, ergo preferisco sostituire questo passaggio con un riferimento a un qualsiasi Xenosaga passato. Grazie mille. Il resto dell’intervista (non particolarmente interessante, se non si conta questo punto) lo trovate a questo indirizzo. Nel frattempo ho realizzato un unboxing della (misera) Collector’s Edition europea e un video dedicato alla prima ora di gioco commentando il tutto come un vero youtuber degli anni 2010. Yeah!