tentamina.com
Quando Pappalardo tuonò: «Come considerare cristiani chi uccide il proprio fratello?» | Diocesi Mazara del Vallo - Tentamina
21 maggio 2013 «Un altro feroce assassinio nella nostra Palermo e, questa volta, nei riguardi di un inerme sacerdote che ha svolto in questo quartiere di Brancaccio la sua intensa attività di apostolo, di evangelizzatore, di promotore di tanta azione di progresso spirituale, morale, civile, sociale. È morto per questo: per avere avuto fame e sete …