sowhatmusica.wordpress.com
bill callahan “the breeze”
Mio nonno aveva lasciato la cucina da qualche minuto e nel vapore della caffettiera ancora dalla bocca aperta, si era tirato dietro la porta pesante, ma silenziosa. Lo avevo fissato dal cruscotto d…