poesiainrete.com
Una notte – Costantino Kavafis
La camera era povera e triviale, nascosta sull’equivoca taverna. Dalla finestra si vedeva il vicolo sudicio e angusto. Dabbasso provenivano voci di operai che giocavano a carte e facevano ba…