oggiscienza.it
Diatomee spaziali: i dubbi degli scienziati | OggiScienza
IL PARCO DELLE BUFALE - Visto che giustamente una lettrice ci fa notare che abbiamo fatto le pulci allo studio sulla diatomea dallo spazio solo basandoci su quello che abbiamo letto in giro (a dire il vero ho letto io stessa il paper, e molti commenti sono derivati da quella lettura) ma non a testimonianze dirette ho pensato di chiedere il parere di qualche esperto. Ho contattato Michele Maris, della sezione triestina dell'INAF, esperto di pianeti, che ha prontamente messo su un team di debunker (insieme a Marcella D'Elia, INFN, e Domenico Licchelli, INAF) e si è messo al lavoro per noi. Inoltre ho lanciato un appello anche oltre oceano a Sandra Pizzarello, biochimica della Arizona State University ed esperta di astrobiologia, che ha subito risposto al mio appello. Licchelli dice: "le diatomee ci sono e sono anche carine" però aggiunge che prima di tutto bisognerebbe dimostrare l'origine extraterrestre di quel frammento e sia lui che Maris ne dubitano fortemente. "Quello che mi aspetto è di vedere almeno nella prima delle loro foto la crosta di fusione o un qualche segno di shock termico sul meteorite, cosa che nelle foto non si vede," spiega Maris