nomicosecittablog.com
Microracconti senza nome, #11
Non so da quanti minuti lo stavo fissando. Avevo dimenticato i capelli in disordine, il vento, la mia pelle. Avevo dimenticato la solitudine. Poi, a un tratto, la voce di una guida: «Vera ossession…