cronicasdeunainquilina.com
Piccole ali che migrano | Crónicas de una inquilina
Tradotto da Monica Manicardi Arrivano con i loro occhietti tristi, persi nell'angoscia, senza speranza, con l'urgenza di trovare un lavoro perché per questo sono venuti: a lavorare. Sono i bambini-uomini e le bambine-donne ai quali gli hanno rubato l'infanzia, i quali li hanno fatti crescere