youliguria.it
Maestro Artigiano: domande fino al 6 settembre
C'è ancora tempo fino a venerdì 6 settembre per presentare domanda di ottenimento della qualifica di Maestro Artigiano: un'opportunità per i titolari e soci delle oltre 550 micro imprese liguri già in possesso del marchio Artigiani In Liguria, requisito fondamentale per presentare la richiesta. Il marchio comprende ben 23 settori dell'artigianato artistico, tradizionale e di qualità: ardesia, arte orafa, birrifici, ceramica, cioccolato, composizione floreale, damaschi, ferro battuto, filigrana, gelateria, lavorazioni in pelle, legno, lapidei, moda e accessori, panificazione, pasta fresca, pasticceria, prodotti conservati, restauro, sedia di Chiavari, tappezzeria, velluti, vetro. La domanda per ottenere la qualifica deve essere presentata nella sede di una delle Camere di commercio della Liguria: a oggi sono 85 gli artigiani che hanno già ottenuto il riconoscimento di Maestro Artigiano. Il progetto, sostenuto da Regione Liguria e dal sistema camerale e associativo, punta ad accrescere la competitività del sistema produttivo ligure attraverso la creazione di nuova imprenditorialità di qualità e di manodopera specializzata. Ma si propone anche di potenziare l'inserimento professionale in determinate lavorazioni artigianali tradizionali, tipiche o artistiche. Del resto, il compito del maestro artigiano all'interno della “bottega-scuola”, luogo in cui i giovani coltivano il proprio futuro professionale nell'artigianato, è quello di diffondere la conoscenza delle tecniche, delle produzioni realizzate e dei requisiti di manualità e professionalità insiti in questo tipo di lavorazioni. «Un modo per preservare e tramandare lavorazioni storiche e tipiche della nostra regione, eccellenze che vanno assolutamente salvaguardate per evitarne l'“estinzione” – commenta Luca Costi, segretario regionale di Confartigianato Liguria – In questo contesto la figura del maestro artigiano è un fondamentale tassello anche nel processo di ricambio generazionale, proprio grazie al suo ruolo di “divulgatore” delle tecniche e della manualità che stanno alla base di queste peculiari lavorazioni».
E-Lane