raffaeleviglianti.it
Una doppia assunzione di responsabilità | Raffaele Viglianti
Quando i cittadini elettori esprimono un voto, quella scelta può assumere diversi significati a seconda di dove si posa lo sguardo dell'osservatore. O a seconda delle convenienze di chi si sente coinvolto in prima persona nell'affare. Sul post-voto del 4 marzo, in questi giorni e in quelli futuri, se ne sentono e se ne sentiranno di tutte le risme. Confido nella saggezza del Presidente Mattarella per uscire vivi. C'è chi dice di aver vinto e di avere il diritto di governare anche se non è maggioranza, c'è chi ha perso e vuole stare all'opposizione perché lì ritiene che sia stato messo dagli elettori, c'è chi ha perso ma non sente di dover autoescludersi da assunzioni di responsabilità. Si, nel voto di dieci giorni fa c'è tutto questo, e proprio dalla considerazione che non tutto è netto come sembra, o come qualcuno vuole farlo apparire, occorre ripartire per uscirne. Metto subito le cose in chiaro: vista l'esperienza che vivo a Roma tutti i giorni, e vista la qualità dei personaggi di