raffaeleviglianti.it
A Minturno il cambiamento muove i primi passi | Raffaele Viglianti
Non sono nato a Minturno, ma ho vissuto lì dal lontano 1974. Poi l'università, il lavoro, le esigenze familiari mi hanno portato un po' in giro fino a stabilirmi a Roma. Ma a Minturno ho i miei genitori. A Minturno ho tante persone che mi sono davvero care. A Minturno ho iniziato a seguire un po' la politica, a volte a distanza, a volte con maggiore presenza. Se navigate tra le pagine di questo piccolissimo blog troverete qualcosa sull'argomento. Normale, quindi, che continui ad interessarmi del paesello, a seguire le sue vicende politiche, sociali e quello che bolle in pentola in vista delle prossime elezioni amministrative. Anche a Minturno, infatti, si torna al voto, vista la chiusura anticipata del terzo mandato dell'ex sindaco Paolo Graziano. Anche a Minturno è necessaria una rivoluzione a 360°, culturale prima che politica. Una rivoluzione che porti con sé l'azzeramento dei partiti e delle classi dirigenti che hanno, a vario titolo, (s)governato negli ultimi vent'anni. Occorre