pangea.news
Addio ad Annalisa Cima, la musa di Montale che stava antipatica a troppi. Il "Diario postumo" fu uno tsunami. Lei si diceva così: “Vivo la contraddizione d’essere angelo ed Erinni” - Pangea
Annalisa Cima è morta. Fu l'ultima musa di Montale, erede delle poesie che costituiscono il criticatissimo "Diario postumo". Pochi ne ricordano il talento